Il Pube Nudo_Pelle

spettacolo di teatro danza

regia di Alessandra Fumai

 

Da un lavoro di ricerca condotto dall’autrice insieme ad un gruppo di donne che porterà ad una tesi di laurea in antropologia, nasce “Il Pube nudo” una riflessione teorica intorno ai condizionamenti fisici e psicologici che le mode estetiche creano sui corpi femminili.
Lo spettacolo si ispira alla tesi di ricerca in antropologia culturale condotta dalla stessa regista, dal titolo “Il pube nudo. Bellezza, genere e soggettività”: l’indagine effettuata attraverso interviste e incontri si è rivolta all’ambito delle tecniche del corpo che sottendono la creazione del genere

femminile e la creazione del “corpo adeguato” secondo gli attuali standard economico-sociali ed estetici.
“Il pube nudo” esprime la volontà di dare vita e corpo alle testimonianze delle donne coinvolte nella ricerca, indagando le conseguenze fisiche, emotive e psicologiche di alcune diffuse pratiche estetiche. La danza, unita alla riflessione teorica, costituisce un’occasione di indagine auto riflessiva per le stesse interpreti che mettono in scena un vocabolario poliedrico che spazia dal teatro alla video danza. L’immaginario viene messo a nudo e provocato nel suo ruolo produttivo dando voce alla violenza di genere, sia esse materiale o simbolica, e ai suoi meccanismi di riproduzione culturale. La pelle diventa in scena un “materiale” poliedrico: luogo di incontro con l’altro, limite, superficie su cui si esprime l’identità, simbolo profondo del sé, involucro sottile che protegge e connette. Le danzatrici esploreranno le implicazioni teoriche e fisiche di tali questioni, portandole nel corpo attraverso un linguaggio poetico e crudo che suggerisce senza spiegare, affidandosi ad una narrazione fiabesca ed evocativa.

“Il Pube Nudo” è una seconda tappa di “Pelle” spettacolo che ha debuttato al teatro dell’Arca dell’Arca di Genova nel 2020 e nella stagione di “Zoe in città” a luglio 2021, presso il parco fluviale di Cuneo.

Credits
Ideazione e regia: Alessandra Fumai

Creazione: Alessandra Fumai, Lara Barzon, Beatrice Biondi, Florencia Ramon

Interpreti: Cristina Da Ponte, Martina Auddino, Alessandra Fumai

Progetto video: Florencia Ramon e Ignacio Herrera

Registrazione audio: Massimiliano Semenzato, Alessandra Fumai (voce)

Sostegno alla creazione in residenza: Spazio Liquido, Torino; Ex frantoio Tivittori (Serra de’ Conti- Ancona); Circo Zoè, Cuneo

_teaser